Percorsi di cura per persone con disabilità

immagine

Il Progetto “Rosa dei Venti” è un percorso diagnostico-terapeutico facilitato e protetto dedicato alle persone disabili gravi con ritardo mentale e deficit comunicativi, sia in regime di urgenza che di elezione.

Il Progetto ha l’obiettivo di rafforzare, innovare e coordinare le politiche a favore delle persone disabili, per assicurare a ciascuno pari opportunità di realizzazione personale e garantire elevanti standard di qualità della vita.

Promosso in collaborazione con l’ATS Val Padana, il progetto identifica il Centro Servizi quale punto di raccolta delle richieste sanitarie di questo particolare target di pazienti e dei loro familiari. Accoglienza, ascolto, informazioni sono alla base del lavoro degli operatori del Centro Servizi, che nello specifico programmano e facilitano il percorso diagnostico assistenziale fungendo da raccordo fra il paziente e gli operatori sanitari per visite, indagini strumentali, interventi programmabili, ecc..

Centro Servizi di Cremona

Ospedale di Cremona, Viale Concordia 1 (piano Terra)
Tel 0372 408404  Fax 0372 408492  e-mail: centroservizi.cremona@asst-cremona.it

Centro Servizi Oglio Po
Ospedale Oglio Po, Via Staffolo 51, Vicomoscano (1° piano)
Tel 0375 281428  e-mail: centroservizi.casalmaggiore@asst-cremona.it
 

 

  • Al momento del contatto telefonico, l’operatore raccoglie il bisogno ed organizza il percorso nel più breve tempo possibile.
  • Qualsiasi prestazione può essere fornita solo in presenza di prescrizione medica.
  • L’operatore programma la visita e/o gli interventi necessari, contattando i reparti ed i servizi coinvolti.
  • L’operatore ricontatterà il paziente/la famiglia per comunicare giorno e modalità di svolgimento delle diverse prestazioni, raggruppandole per quanto possibile in un unico accesso.
  • Durante il percorso di erogazione delle prestazioni, viene garantito il supporto da parte di personale adeguatamente formato.
  • Gli esiti delle visite vengono comunicate direttamente ai pazienti e, secondo le usuali modalità, trasferiti al Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta per le ulteriori eventuali valutazioni.
  • Un eventuale ricovero avviene in camera riservata con possibilità di pernottamento di un familiare accompagnatore.
Ogni accesso al Pronto Soccorso segue un percorso facilitato.
È garantito un luogo d’attesa dedicato per il paziente e per il familiare-accompagnatore, i quali vengono affiancati da personale adeguatamente formato. L’eventuale ricovero avviene in camera riservata con possibilità di pernottamento di un familiare accompagnatore.